Riflessioni

Volumi Riviste Didattica Multimedialità
  Collaborazioni Gruppi Collegamenti Corso on line Cont@tti

curriculum vitae  Dott. Alfredo Grado

Alfredo Grado algrado@libero.it www.imesf.it

Laurea in Sociologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II con tesi su “Controllo sociale e comportamento violento: alla ricerca di nuovi schemi concettuali”.

Master di II Livello in Scienze Criminologico-Forensi nella Università degli Studi di Roma La Sapienza promosso dal Dipartimento di Scienze Psichiatriche e Medicina Psicologica con tesi su “Sindromi omicidiarie in età minorile” (lode).

Master triennale in Criminologia Clinica e Psichiatria Forense presso il Consorzio Interuniversitario FOR.COM di Roma promosso dalla Cattedra di Psicopatologia Forense della Università degli Studi di Roma La Sapienza (primo anno).

Training in Psicologia Psicoterapia Relazionale Familiare all’Ist. Psicologia e Psicoterapia  Relazionale Familiare di Napoli.

Attività organizzativa e didattica

Presidente IMESF (Istituto Meridionale di Scienze Forensi) a Napoli [www.imesf.it].

2005-06 docente a contratto in “Criminologia della devianza” presso la  Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria, Napoli – Ministero della Giustizia.

2006 docente criminologo presso il C.so di Formazione e Aggiornamento organizzato dal Centro Europeo di Psicologia, Investigazione e Criminologia (C.E.P.I.C.), Roma.

2005-06 collaboratore al CDL in Scienze della Formazione presso Cattedra di Medicina Preventiva e Psicopatologia Forense  della Università degli Studi Roma Tre.

2004-05 consulente presso il Dipartimento per la Tutela della Salute Mentale (D.S.M.) dell’Azienda Sanitaria Locale NA 5, Castellammare di Stabia.

2004 ad oggi, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio per la Tutela della Età Evolutiva O.T.E.E., Ercolano.

2003 direttore Scientifico del Centro Studi Antimafia “G. Siani” di Napoli.

2002-03 incaricato della rilevazione ed elaborazione dati per la realizzazione di un “Servizio di Rilevamento dei Bisogni Sociali  intra ed inter provinciali” presso l’Assessorato alle Politiche Sociali della “Provincia di Napoli” in collaborazione con l’Ass. Naz. Assessorati Comunali e Provinciali alle Politiche Sociali  di Roma.

2002 responsabile della Formazione nell’ambito del programma “Progettare il  Futuro” in attuazione della legge 64 del 2001 al Servizio Civile di Napoli.

Attività scientifica

Le condotte antisociali, “Il Bullismo ad Ercolano” in collaborazione con la Cattedra di Psicologia dello Sviluppo della Università degli Studi di Caserta,  Comune di Ercolano, MIUR e Provincia, in corso di stampa.

Camorra. Dal crimine organizzato alla riorganizzazione dei crimini, Edizioni Universitarie Romane.

Satanismo Selvaggio. L’adorazione di Satana nel mondo giovanile, Arte Tipografica Editrice.

La nuova prospettiva del danno esistenziale, in “Notiziario Associazione Nazionale Sociologi”, XVI, 5-6.

Dal crimine organizzato alla riorganizzazione dei crimini, rel. Conv. “CriminalmenteMenteCriminale”, Prato 20.5.2006.

Gli aggregati criminali di stampo mafioso, rel. Conv. “Criminologia-investigazione alle soglie del XXI sec.”, Napoli 2006.

Il culto del male. L’adorazione di Satana nel mondo giovanile, rel.  Seminario di Studi promosso al CDL in Scienze della Formazione, Università degli Studi “Roma Tre”, Roma 2005.

I comportamenti a rischio in adolescenza, rel. Conv. “Bullismo, realtà sociale e sistemi educativi”, Napoli 2005.

Le carceri e la pena nel sistema del welfare: servizi, opportunità,  professioni”. Roma 2004.

Il mercato del sex work, rel. Conv. promosso dalla UIL Polizia di Stato dal titolo “Corpi in gabbia: l’affare del II Millennio, prostituzione e criminalità organizzata”. Napoli 2004.

Crimine e devianza  a Napoli, rel. su “Legalità a Napoli” al Seminario di Studi promosso dalla Facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi di Napoli Federico II, Napoli 2004.

Mass media

Le Sette? Nascondono reati comuni, “Il Mattino”, sabato 18 marzo 2006.

Non esistono più i veri camorristi, “Roma”, sabato 25 febbraio 2006.

Il capo resta incontrastato, “Cronache di Napoli”, sabato 24 settembre 2005.

Le roccaforti della camorra, “Roma”, domenica 18 settembre,2005.

L’integrazione delle minoranze musulmane, “Roma”, giovedì 14 luglio 2005.  

Modelli mafiosi attraenti per i giovani, “Il Mattino”, domenica 22 maggio 2005.

Il sensazionalismo del crimine organizzato, “Cronache di Napoli”, mercoledì 11 maggio 2005.

La socializzazione deviante, “ Cronache di Napoli”, domenica 13 marzo 2005.

Tradizioni e simbolismi nella decapitazione, “Napolipiù”, domenica 25 gennaio 2005.

Il tariffario degli assassini, “Cronache di Napoli”, Lunedì 24 gennaio 2005.

Omicidi sulla Nola-Villa Literno, “Il Giornale di Caserta”, agosto 2004.

La camorra non c’entra nulla…, “Roma”, luglio 2004.

La criminalità a Napoli, “Prospettive” Mensile Politico-Culturale , aprile 2004.

La mala gioventù, “Prospettive” Mensile Politico-Culturale, giugno 2004.

 

 

Home Riflessioni Volumi Riviste Didattica Multimedialità Collaborazioni Gruppi Collegamenti Corso on line